Recent Comments

    Cremazioni

    Cremazioni

    Cremazione e affido delle ceneri in Valtellina

    La scelta della cremazione come trattamento finale del proprio corpo deve essere supportata dai relativi certificati e documenti richiesti per legge. Tra le opzioni possibili, la persona può esprimere in vita la volontà di essere cremato attraverso iscrizione a SOCREM, ovvero la “Società per la cremazione dei cadaveri”.

    SOCREM custodisce la volontà sia di cremazione, sia di dispersione delle ceneri compiuta in vita dal soggetto e al momento del decesso agisce perché sia rispettata. Se necessario la società si adopera anche per difenderla, laddove vi siano pareri contrari dei familiari.

    Nel caso, invece, il defunto non abbia espresso la volontà di essere cremato dopo la morte con un atto ufficiale (una scrittura testamentaria o con iscrizione ad un’associazione), ma abbia espresso verbalmente il suo desiderio, la famiglia con la maggioranza dei parenti più prossimi può sottoscrivere una “dichiarazione di volontà del defunto”.

    In presenza di tutti i documenti necessari a procedere con la cremazione, Onoranze Funebri Nesa si occupa di espletare tutte le pratiche necessarie all’attuazione del desiderio del defunto.

    Ottenuta l’autorizzazione alla cremazione concessa dal Comune in cui è avvenuto il decesso, la società di pompe funebri di Sondrio presenta la richiesta di prenotazione del forno crematorio, organizza il trasporto della salma e dispone circa la destinazione finale del corpo.

    In base alla volontà del defunto e della famiglia, dopo la cerimonia religiosa o laica le ceneri del defunto vengono raccolte in un’urna che:

    • può essere tumulata presso un qualunque cimitero o presso la tomba di famiglia
    • può essere presa in consegna e conservata dai familiari (affidamento delle ceneri)

     

    Ci sono altre due possibilità:

    • le ceneri possono essere depositate in un “cinerario comune”
    • oppure possono essere disperse. La dispersione – in uno spazio dedicato del cimitero, in natura o in un’area privata (ad esempio, il giardino della propria casa, etc.) può essere fatta solo o attraverso atto notarile o attraverso l’iscrizione a SOCREM